Il 1 luglio a Viareggio si sono riuniti i giovani amministratori toscani under 35 per il secondo appuntamento di Dire e Fare, dedicato alle politiche giovanili, e che ha coinciso con l'Assemblea regionale di Anci Giovani. Un confronto sull’ innovazione della Pubblica amministrazione, con l'obiettivo di ridurre la burocrazia. E' stato questo il tema centrale dell’iniziativa che ha avuto luogo a Villa Borbone e che ha coinvolto i giovani amministratori toscani in un dialogo e in un confronto sull’innovazione e sulla collaborazione in atto fra Comuni e Regione Toscana, per la digitalizzazione della Pa. Per poter snellire la burocrazia è necessario utilizzare al meglio tutti gli strumenti tecnologici che abbiamo a disposizione. In questo senso, l’iniziativa di Viareggio è servita anche per dare inizio a un nuovo lavoro: rendere sempre più consapevoli le amministrazioni locali dell’importanza dell’innovazione e dei processi di digitalizzazione come volano di crescita per le realtà regionali.

Fra i partecipanti : Matteo Biffoni, Presidente di Anci Toscana, Vittorio Bugli, Assessore regionale per lo sviluppo della società dell’informazione, Giacomo Mangoni, Presidente di Anci Giovani e Sindaco di Agliana, Gianluca Callipo, coordinatore nazionale Anci Giovani e Sindaco di Pizzo Calabro, Giorgio Del Ghingaro, Sindaco di Viareggio, Gianluca Brunori, docente di Politica Alimentare all’Università di Pisa, Benedetta Squittieri, assessore di Prato e responsabile area Innovazione Anci Toscana, Marcello Lippi, ex allenatore della nazionale italiana di calcio.

 

Leggi il Programma