DIREeFARE  Montagna
Decidiamo insieme i temi da approfondire.

In questa nuova edizione di Dire e Fare, abbiamo deciso di evidenziare l'importanza e il ruolo che rivestono i territori montani nella nostra regione, dedicando alla Montagna un community meeting ed un relativo percorso di co-costruzione dell'evento. Un percorso che ha coinvolto le diverse realtà montane della nostra regione.
Le montagne sono una parte importante del nostro territorio e non dei luoghi marginali. Non solo per la Toscana, ma per tutto il mondo mediterraneo: un mare avvolto dalle montagne, come nella celebre definzione di Fernand Braudel. In questo senso, le montagne non sono barriere, ma cerniere fra spazi geografici diversi.
Dire e Fare 2017 è quindi l'occasione per prestare nuova attenzione alle montagne toscane e alle comunità che le popolano, poiché la montagna rappresenta una grande opportunità del nostro territorio piuttosto che un problema.
Leggi il documento:
"Principali interventi regionali a favore della montagna toscana 2010-2016".

IL CANTIERE

Il tema affrontato nel Community Meeting sarà il frutto di cantieri di co-costruzione aperti e partecipati, per dare voce alle varie aree della regione. 9 sono gli incontri di avvicinamento previsti per l'area Montagna

4 MAGGIO

Prima tappa degli stati generali della montagna. LICCIANA NARDI

10 MAGGIO

Seconda tappa degli stati generali della montagna. BORGO A MOZZANO

17 MAGGIO

Terza tappa degli stati generali della montagna. SESTINO

22 MAGGIO

Quarta tappa degli stati generali della montagna. CASTEL DEL PIANO

31 MAGGIO

Quinta tappa degli stati generali della montagna. RADICONDOLI

5 GIUGNO

Sesta tappa degli stati generali della montagna. ORTIGNANO RAGGIOLO

20 GIUGNO

Settima tappa degli stati generali della montagna. FIRENZUOLA

23 GIUGNO

Ottava tappa degli stati generali della montagna. MONTIERI

28 GIUGNO

Nona tappa degli stati generali della montagna. SAN MARCELLO PITEGLIO

6 LUGLIO - COMMUNITY MEETING

Gli Stati Generali saranno un’importante occasione di ascolto, proposta e confronto aperto e partecipato. Le conclusioni saranno poi valorizzate nel prossimo strumento di programmazione regionale che la Giunta adotterà in ottobre
TASSO DI COMPLETAMENTO
60%